La Bcc Basilicata si presenta al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea in grande spolvero. Si è tenuta infatti domenica 16 dicembre al Motel park di Potenza l’assemblea straordinaria e ordinaria dei soci della Bcc Basilicata. L’assemblea ha sancito, ai sensi della legge di riforma del sistema del Credito Cooperativo, l’ingresso ufficiale della banca del territorio lucano nel Gruppo Bancario Iccrea, che sarà il quarto gruppo nazionale per dimensioni.

Solidità e patrimonio gli aspetti tecnici, solidarietà e parità di genere gli aspetti valoriali con cui la Bcc lucana arriva all’importante appuntamento.

“Siamo molto soddisfatti delle condizioni tecniche con cui ci presentiamo al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea”, rappresenta il direttore generale Giorgio Costantino, “l’intenso lavoro della struttura aziendale dal 2011 ad oggi ha portato ad una condizione tecnica di assoluta serenità per i soci e per i clienti: la Banca infatti presenta indicatori di solidità tra i più alti nel panorama bancario italiano con un total capital ratio oltre il 32 per cento, sofferenze lorde su impieghi al 2 per cento, partite anomale lorde su impieghi al 6,4 per cento e un Texas ratio “fuori scala” al 12 per cento. La più che abbondante dotazione patrimoniale ci rende “donatori universali” di patrimonio al gruppo per aiutare le Banche di Credito Cooperativo consorelle meno solide, intervento per il quale Iccrea Banca retrocederà un equo compenso. Viceversa entrare nel quarto gruppo nazionale ci renderà ancora più capaci di competere con le grandi banche su settori bancari innovativi e meno tradizionali per le Bcc quali ad esempio la monetica, la finanza per l’impresa e per la Famiglia”.

Se il direttore rappresenta la soddisfazione per il conseguimento di brillanti risultati tecnici, il presidente Teresa Fiordelisi non nasconde il suo orgoglio per le caratteristiche valoriali che oramai contraddistinguono la banca da Lei guidata sin dal 1996. “Il percorso tecnico compiuto ci ha consentito di esprimere ancora più compiutamente i valori fondanti del localismo, della solidarietà ma anche della parità di genere. Con un percorso lento ma graduale siamo arrivati inserire nel Consiglio di amministrazione sette donne su 11, caso credo unico in Italia e forse Europa, e a costituire un importante fondo di beneficenza che noi chiamiamo Fondo Etico, che già da diversi anni supporta un numero crescente e variegato di iniziative sociali di supporto al territorio che, ci tengo a precisare, è unicamente il territorio della nostra bella Basilicata.”

L’assemblea si è conclusa con un evento formativo tenuto dalla società di formazione e comunicazione scientifica “Taxi 1729”, che sui temi della finanza, rappresentando ai soci ludicamente le dinamiche bancarie e non che coinvolgono le tasche di soci e clienti.

Spargi la voce :)