• Image

A un soffio dal fortissimo Fabrizio Bove, maglia rosa alla prima tappa del giro d’Italia. L’atleta lucano Samuele Marcantonio (che corre con il team Loco Bikers e il sostegno di Bcc Basilicata) ieri si è piazzato secondo alla gara nazionale di Handbike Trofeo Città del Talos a Ruvo di Puglia, inedito evento che traccia la strada verso la diffusione del paraciclismo nella regione Puglia e in tutto il Sud Italia.

Marcantonio si è imposto su Massimo Chiappetta, atleta della Difesa italiana, che è salito sul terzo gradino del podio.
Il corteo unico dei ciclisti delle varie categorie ha omaggiato la città di Ruvo di Puglia con una sfilata lungo i corsi del “ring” storico cittadino a velocità controllata, prima di discendere verso via Alberto Mario e via Scarlatti, inoltrandosi in un percorso extra-urbano in direzione Calentano, dove si è avviata concretamente la gara nella sua valenza agonistica. I paraciclisti hanno percorso un circuito su di un tracciato della lunghezza complessiva di circa 50 chilometri suddivisi in tre giri.
Il team più numeroso al via è stato quello dell’Anmil Sport Italia, che ha schierato sei atleti: Marco Leti, Alessandro Moscatello, Ciro Sandullo, Massimo Coluzzi, Fabrizio Bove e Massimo Chiappetta. Il team Calcagni è sceso in pista con Vincenzo De Leonardis, Andrea Quarta, Angelo Rammazzo e Adriano Bolognese. Ha puntato su tre atleti la Polisportiva Gaetano Cavallaro: Nicola Giannoccaro, Davide Stasi e Francesco di Girolamo. Ai blocchi di partenza c’era anche Alberto Glisoni (Team Alove), Loreto Di Loreto (GS Paralimpico Difesa) e Mauro Cratassa (Circolo Canottieri Aniene). Quattro, invece, erano le atlete in gara: Anna Grazia Turco (Utopia Sport), Roberta Amadeo (Team MTB Bee and Bike), Romina Modena e Grazia Colosio (Team Alove).

Spargi la voce :)