Bcc Basilicata e Famiglie Fuori Gioco insieme, il 23 aprile, per una giornata di informazione e sensibilizzazione sul gioco d’azzardo patologico.

Il 23 aprile 2018 alle 17.30, presso il Teatro Stabile di Potenza, Bcc Basilicata e Famiglie Fuori Gioco invitano tutti a prendere parte alla giornata di informazione e sensibilizzazione “Io gioco, tu giochi, noi perdiamo”, un incontro per parlare di gioco d’azzardo patologico.

“Non si sceglie di diventare giocatori d’azzardo patologico, così come non si sceglie di far male a se stessi e alla propria famiglia”. Ci spiega la dottoressa Francesca Bellettieri, assistente sociale e membro attivo dell’APS Famiglie Fuori Gioco e ancora: “con la conoscenza della problematica da parte della famiglia, con la buona volontà, con la motivazione, e con il sostegno, tutti possono farcela e uscirne”.

Il tema è per noi di fondamentale importanza “La diffusione del gioco d’azzardo patologico ha seri risvolti finanziari e umani e le Banche di Credito Cooperativo non possono restare indifferenti. Al contrario, possono essere anche in questo caso un riferimento positivo per i propri soci e clienti, le loro famiglie, le comunità locali in cui operano. Spesso è proprio la banca a cogliere i primi comportamenti a rischio.” Queste le parole della coordinatrice dell’associazione Idee, donne del credito cooperativo, che già si è occupata del tema.

Programma

All’incontro parteciperanno il Cav. Filippo Torrigiani, consulente della commissione Antimafia del Parlamento Italiano, relazionerà su “L’azzardo secondo le mafie”, il Dott. Giorgio Costantino, Direttore Generale della Bcc Basilicata, relazionerà circa “La manifestazione finanziaria del comportamento ludopatico”, l’ Avv. Maria Bamundo, Membro del direttivo CSV e Osservatorio regionale per il contrasto al gioco d’azzardo patologico, illustrerà la “La legge regionale 30/2014 e il lavoro dei componenti dell’osservatorio per il contrasto al gioco d’azzardo”, la D.ssa Marisa Renzi, Dirigente Psicologo presso il SERD di Potenza, terrà la relazione su “SERD e disturbo da gioco d’azzardo”, la D.ssa Francesca Bellettieri dell’ APS Famiglie “Fuori-Gioco”, darà informazioni su i “Gruppi e non solo. Prevenzione e sensibilizzazione al GAP”, la D.ssa Raffaella Lombardi dell’APS Famiglie “Fuori-Gioco”, parlerà di “Una grande famiglia. APS Famiglie Fuori Gioco”.

I lavori saranno coordinati dalla criminologa D.ssa Alessia Mascolo.

“Il Gioco d’azzardo patologico è un comportamento difficile da contrastare – conclude la Bellettieri –  perché “socialmente riconosciuto” e che può colpire tutti, senza esclusione.” Iniziare a parlarne e a fare informazione è un primo importante passo.

 

 

 

 

 

 

Spargi la voce :)