BCC Basilicata, è lieta di partecipare all’inaugurazione della Cattedra Maritain che si terrà il prossimo 17 luglio a Matera. La partnership con questo importante istituto Internazionale, che si riferisce ad un filosofo cristiano particolarmente attento alle culture e alle religioni con radici, oltre che nel Cristianesimo, anche nell’Ebraismo e nell’Islam, promuove la Cattedra Maritain quale strumento di comprensione e di intesa tra le religioni e le culture del Mediterraneo. Si tratta di un progetto di vasta portata e di grande impegno sia nel campo della formazione che in quello della diffusione e promozione culturale che vuole prendere l’avvio quest’anno sul piano nazionale ed internazionale.

Perché una Cattedra Maritain oggi? E perché improntata a questa tematica? Alle “primavere” arabe è seguita una fase di sommovimenti e turbative politico-culturali di grande portata. Si sono verificati conflitti e tensioni non solo all’interno del mondo arabo ma anche tra i paesi che si affacciano sulle sponde del Mediterraneo, con le loro diverse culture, religioni, tradizioni. Questa conflittualità e conseguente instabilità hanno dato origine a massicci flussi migratori dal Sud al Nord che stravolgono rapporti più o meno consolidati e che concorrono a far prendere maggiormente coscienza della diversità di culture e religioni che pur hanno fondamenti comuni. I tempi che stiamo vivendo ci rendono sempre più consapevoli delle differenze che ci dividono ma anche dei legami che ci uniscono. L’atteggiamento necessario per affrontare tale situazione deve essere quello dell’apertura, dell’accoglienza e del dialogo nonostante le difficoltà e ciò presuppone anzitutto la conoscenza reciproca. Per questo è importante dare vita ad occasioni di incontro e di ascolto, in particolare per i giovani di oggi e di domani.

La sede prescelta per l’inaugurazione della Cattedra Maritain è Matera, perché questa città è Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO e sarà Capitale Europea della Cultura per l’anno 2019. Matera sarà anche il centro per la creazione di un polo culturale di eccellenza nell’Italia meridionale, rivolta in particolare ai Paesi delle sponde Nord e Sud del Mediterraneo per rispondere alle attuali sfide geopolitiche e culturali. Matera è il punto di partenza per la proiezione internazionale di questa Cattedra vocata alla pace e al dialogo interreligioso e interculturale.

Spargi la voce :)